Questo sito non utilizza cookie propri di profilazione ma utilizza cookie di terze parti (altri siti). Se vuoi saperne di più clicca qui.
Se prosegui cliccando sul bottone continua acconsenti all’uso dei cookie.

Continua
Guida ai mutui online

Una guida adatta anche ai meno esperti per orientarsi nel mondo dei mutui e della casa

Il tasso BCE applicato ai mutui

Il mutuatario può oggi ottenere un mutuo indicizzato al tasso BCE

A seguito delle turbolenze nel mercato finanziario verificatesi negli ultimi mesi del 2008 il Governo Italiano ha emesso il cosiddetto ‘Decreto anti crisi’, poi convertito nella Legge n. 2/2009, all’interno del quale si prevede, tra l’altro, l’obbligo per gli Istituti di Credito che offrono mutui a tassi variabili di consentire al cliente la possibilità di optare per il tasso della Banca Centrale Europea (BCE).

Il tasso BCE è il tasso ufficiale di sconto applicato dalla Banca Centrale Europea negli scambi di denaro tra le banche.

Per capire l’opportunità o meno di scegliere il tasso BCE come parametro per un mutuo occorre fare una premessa.
Per determinare la rata del mutuo vengono generalmente utilizzati i tassi Euribor ed Eurirs e che questi tassi sono calcolati in base all’andamento del costo del denaro scambiato tra le principali banche europee.

Il tasso BCE è invece fissato dalla Banca Centrale Europea, che con la sua politica monetaria incide direttamente sull’andamento dei tassi di interesse. Va detto che storicamente questo indice è stato spesso inferiore all’Euribor, anche se negli ultimi mesi la situazione si è invertita, e che gli spread proposti dalle banche per i mutui a tassi BCE sono superiori a quelli indicizzati all’Euribor.

Nella scelta di un mutuo BCE bisogna quindi soppesare accuratamente vantaggi e svantaggi, tenendo conto che non esiste un mutuo in assoluto migliore.

Riassumendo, da un lato l’ indice BCE è più stabile, non subisce oscillazioni giornaliere e in genere è più basso dell’Euribor, dall’altra occorre prestare attenzione allo spread maggiore che può rendere poco conveniente l’offerta.