Questo sito non utilizza cookie propri di profilazione ma utilizza cookie di terze parti (altri siti). Se vuoi saperne di più clicca qui.
Se prosegui cliccando sul bottone continua acconsenti all’uso dei cookie.

Continua
Guida ai mutui online

Una guida adatta anche ai meno esperti per orientarsi nel mondo dei mutui e della casa

Durata del mutuo: guida per scegliere quella adatta alle tue possibilità, online e gratis

La durata del mutuo (o periodo di ammortamento del mutuo) è uno dei parametri chiave che concorrono, insieme al tasso di riferimento e allo spread, a determinare il costo della singola rata di rimborso di un mutuo.

La banca mutuante utilizza questo parametro a partire dalla fase preliminare dell’istruttoria, per accertarsi che la rata di rimborso sia sostenibile per il mutuatario, parametrandola alle sue reali capacità di rimborso.

Da parte sua il mutuatario, tenendo d’occhio il montante degli interessi da pagare, cerca di trovare un giusto equilibrio tra la durata, più corta possibile, e una rata non eccessivamente pesante, proporzionata al proprio reddito.

Le durate dei mutui partono da un minimo di 5 anni e, a seconda delle politiche di credito di ciascuna banca, possono arrivare fino a periodi di ammortamento di 25, 30 o più anni, con un massimo di 50.

Le durate più richieste oggi sono quelle da che vanno da 10 a 30 anni.

La stessa tipologia di mutuo può incidere sulla durata, in particolare alcuni mutui sono soggetti a limitazione del periodo massimo di ammortamento in base al tipo di tasso scelto,

In sostanza la banca, agendo sulla durata, si tutela contro il rischio derivante dalle variazioni future dei tassi limitandone la durata nel caso di tassi fissi e per quei tipi di mutui dai quali potrebbero derivare perdite patrimoniali nell’ipotesi di rialzi anomali del costo del denaro.