Questo sito non utilizza cookie propri di profilazione ma utilizza cookie di terze parti (altri siti). Se vuoi saperne di più clicca qui.
Se prosegui cliccando sul bottone continua acconsenti all’uso dei cookie.

Continua
Guida ai mutui online

Una guida adatta anche ai meno esperti per orientarsi nel mondo dei mutui e della casa

Le polizze assicurative casa

Assicurazione casa, garanzia per la banca e per te

Qual è la ragione per la quale l’istituto di credito richiede la sottoscrizione della polizza assicurativa casa contestualmente all’accensione del mutuo?
L’assicurazione casa in alcune circostanze può essere obbligatorie per Legge.
E’ bene ricordare sin d‘ora che il tempo pattuito per il rimborso della somma prestata si protrae per diversi anni e, pertanto, disparati ed imprevedibili eventi potrebbero far venir meno l’idoneità del bene a fungere da garanzia.

Il premio assicurativo è solitamente modesto (anche nel caso la banca richiedesse il pagamento in un’unica soluzione, definito “premio unico anticipato”) ed il relativo vincolo dovrà essere naturalmente istituito a favore dell’istituto mutuante.

Altra polizza assicurativa collegata alla stipulazione di un mutuo è la polizza vita mediante la quale la banca è tutelata nell’ipotesi di decesso del mutuatario; è pur vero che gli eventuali eredi subentrando nella proprietà potranno comunque proseguire nel rimborso del mutuo, ma una polizza vita si risolve con una immediata soddisfazione del credito della banca che costituisce a tutti gli effetti una garanzia aggiuntiva del rimborso del prestito.

In molti casi può anche essere sottoscritta la polizza da perdita di impiego, ovvero quella assicurazione il cui vincolo viene posto a favore della banca e che garantisce quest’ultima nell’ipotesi in cui il mutuatario (lavoratore dipendente a tempo indeterminato) dovesse perdere l’unica fonte di reddito (ovvero la propria capacità di rimborso del mutuo).
Generalmente quest’ultima soluzione prevede che la compagnia assicurativa provveda al pagamento della rata di mutuo se il mutuatario perdesse il lavoro, la garanzia opera per un limitato periodo di tempo, necessario affinché quest’ultimo riesca a trovare un nuovo impiego.

Va da sé che detta copertura assicurativa può essere ottenuta nell’ipotesi di lavoratore a tempo indeterminato e che è, inoltre, operativa qualora la perdita di lavoro non sia determinata da cause imputabili a quest’ultimo (licenziamento per giusta causa o dimissioni) perché in tal caso tutti potremmo non lavorare e vederci pagare anche un mutuo!
Altri tipi di polizze assicurative si rendono poi necessarie nei casi di stipula di particolari tipologie di mutui, ad esempio nei mutui che superano l’80% del valore dell’immobile e per i mutui con CAP.

Nell’ipotesi di mutuo concesso per un importo eccedente l’80% del valore dell’immobile, oltre all’ipoteca la banca mutuante chiederà ulteriori garanzie quale, per esempio, la polizza fideiussoria assicurativa. Con detta polizza il fideiussore e cioè la compagnia di assicurazioni (generalmente convenzionata con la banca) si impegna a corrispondere all’istituto di credito la somma assicurata nell’ipotesi di inadempimento del mutuatario.

L’ammontare del premio e le modalità di corresponsione variano in base alle politiche di ogni singola banca, in genere si concretizza con un aumento dello spread applicato al mutuo di 0,2 – 0,4 punti percentuali.

Anche per i mutui Capped Rate (mutui con CAP) è necessaria una polizza assicurativa, che garantisce il mutuatario da aumenti della rata oltre una determinata soglia, nel qual caso interviene l’assicurazione a coprirne la differenza. Anche in questo caso la garanzia comporta un contenuto aumento della rata.

Naturalmente deve sempre tenersi fermo un principio fondamentale e cioè quello per cui ogni mutuo ha le proprie peculiarità ed ogni banca ha le proprie politiche di credito. Va da sé, pertanto, che non possono essere individuati dei parametri certi e specifici tali da poter valere per tutte le richieste di mutuo.

È evidente che nonostante le polizze siano richieste a garanzia dei crediti detenuti dagli istituti finanziari, siano anche un importante strumento di tutela economica per il mutuatario che, nel caso di sinistro, potrà comunque far fronte agli impegni presi nei confronti della banca senza dover sopportare forti e imprevedibili esborsi patrimoniali.