Questo sito non utilizza cookie propri di profilazione ma utilizza cookie di terze parti (altri siti). Se vuoi saperne di più clicca qui.
Se prosegui cliccando sul bottone continua acconsenti all’uso dei cookie.

Continua
Guida ai mutui online

Una guida adatta anche ai meno esperti per orientarsi nel mondo dei mutui e della casa

La domanda di mutuo

La domanda di mutuo è l’inizio dell’iter istruttorio che porterà alla delibera finale

Il mutuo non è solo un contratto, è un impegno che viene assunto verso la banca per un lungo periodo, durante il quale si deve adempiere all’obbligo di rimborsare il prestito attraverso il pagamento della rata.

Tutto l’iter che ogni singolo istituto di credito predispone per valutare la capacità economico-patrimoniale del richiedente ha inizio con la domanda di mutuo la quale si sostanzia nella prassi in un modulo predisposto dalla banca nel quale verranno inseriti una serie di dati relativi al richiedente nonché al tipo di mutuo richiesto e in particolare:

  • dati anagrafici identificativi: nome, cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, residenza, indicazioni relative al documento d’identità ecc.;
  • stato civile e dati familiari;
  • occupazione, professione, dati reddituali;
  • se viene offerto un immobile in garanzia: ubicazione, descrizione, autorizzazioni o permessi amministrativi, eventuali gravami;
  • importo di mutuo richiesto, tasso d’interesse, modalità di rimborso e finalità della richiesta medesima.

La domanda di mutuo dovrà essere corredata da una serie di documenti:

  • certificati anagrafici: documento d’identità, codice fiscale, residenza e stato civile; nel caso di cittadini extracomunitari, il permesso di soggiorno;
  • dichiarazione del datore di lavoro: per il lavoratore dipendente attestante l’anzianità e le caratteristiche del rapporto lavorativo oltre le buste paga (generalmente relative ai sei mesi antecedenti alla richiesta del mutuo), modello CUD relativo all’anno corrente ed all’anno precedente, estratto conto bancario ufficiale relativo ai sei mesi antecedenti alla richiesta di mutuo.

Se lavoratore autonomo, il certificato di attribuzione della Partita Iva e codice fiscale, una visura aggiornata C.C.I.A.A. della società, il modello unico dell’amministratore e dei soci della società, un bilancio aggiornato, l’estratto conto bancario relativo ai sei mesi antecedenti la richiesta di mutuo.