Questo sito non utilizza cookie propri di profilazione ma utilizza cookie di terze parti (altri siti). Se vuoi saperne di più clicca qui.
Se prosegui cliccando sul bottone continua acconsenti all’uso dei cookie.

Continua
Guida ai mutui online

Una guida adatta anche ai meno esperti per orientarsi nel mondo dei mutui e della casa

Mutuo: i documenti attestanti il reddito

Per l’apertura di un mutuo sono richiesti i documenti attestanti il reddito dei richiedenti

Insieme alla domanda di mutuo sarà necessario fornire delle informazioni personali anche relative alle proprie capacità reddituali, le quali dovranno essere comprovate dai documenti attestanti tale reddito.

I documenti attestanti il reddito che dovranno essere forniti sono:

  • Per i lavoratori dipendenti:
  • dichiarazione del datore di lavoro attestante la durata del rapporto lavorativo e le sue caratteristiche
  • buste paga (generalmente relative ai sei mesi antecedenti la richiesta di mutuo)
  • ultimo modello CUD disponibile
  • modello 730
  • Per i lavoratori a tempo determinato:
  • dichiarazione del datore di lavoro attestante la durata del rapporto lavorativo e le sue caratteristiche
  • buste paga
  • contratto di lavoro
  • ultimo modello CUD disponibile
  • modello 730
  • Collaboratori domestici:
  • contratto di lavoro
  • ricevute/quietanze dei versamenti contributi “INPS” trimestrali
  • certificazione sostitutiva dei compensi
  • Per pensionati:
  • libretto pensione o Modello OBIS - M o CUD pensione
  • Per lavoratori autonomi:
  • modello unico ultimi due esercizi
  • ricevute modelli F24
  • situazione economico-patrimoniale dell’esercizio in corso
  • visura CCIAA aggiornata
  • certificato di attribuzione della P.IVA
  • in caso di professionisti, l’attestazione di iscrizione all’albo di appartenenza

I documenti attestanti il reddito sopra elencati, descrivendo il reddito del soggetto richiedente, consentono alla banca di operare una prima valutazione in merito alla capacità economica del futuro mutuatario. Va da sé che se il richiedente ha una posizione lavorativa stabile o un reddito elevato il mutuo sarà concesso con maggior facilità, mentre nel caso contrario l’istituto di credito potrà accogliere favorevolmente la garanzia di un terzo garante.

La banca, discrezionalmente, potrà richiedere ulteriore documentazione sempre di natura patrimoniale e reddituale come ad esempio:

  • estratto conto corrente bancario generalmente relativa alla movimentazione di alcuni mesi antecedenti alla richiesta di mutuo e corredato, se necessario, dalla lista movimenti;
  • contratto di locazione con le relative quietanze di pagamento versate o ricevute;
  • informazioni su finanziamenti in corso ed eventuali conteggi di anticipata estinzione (nell’ipotesi in cui il mutuo abbia la finalità di consolidare i debiti).

Naturalmente, come già evidenziato, i documenti attestanti il reddito richiesti possono variare a seconda delle caratteristiche reddituali dei soggetti richiedenti il prestito e ai loro requisiti personali.